Antichi borghi e spiritualità

Antichi borghi e spiritualità

Itinerario di 2 giorni in mtb nella Valle del Cesano
da Fonte Avellana a Corinaldo

Con la bici in un territorio che coniuga un paesaggio naturale
ricco di antichi borghi e di luoghi di grande spiritualità

Partenza dall’Abbazia di Fonte Avellana
• Tempo percorrenza: 1 giorno
• Distanza: 50 km
• Difficoltà: moderata
• Per chi non avesse la MTB l’organizzazione le fornisce con costo aggiuntivo di € 7,00
• Orari: partenza e rientro
• Luogo incontro: Fonte Avellana
• Un mezzo assistenza con bici di ricambio seguirà sempre il gruppo.

PROGRAMMA
Tempo: giornata intera con pranzo al sacco a carico dei partecipanti
Immerso tra boschi di larici, querce e avellane, sorge il celebre eremo Camaldolese di S. Croce di Fonte Avellana. Dopo una visita all’Abbazia merita una sosta anche l’orto botanico di Fonte Avellana: un lembo boschivo nel quale sono presenti numerose piante secolari (frassini, aceri, tigli, carpini, faggi, castagni) tra cui il famoso “Tasso di Fonte Avellana” uno degli alberi monumentali d’Italia.
L’Abbazia è il punto di partenza di questo itinerario, da dove, dopo pochi chilometri si raggiunge Frontone. La storia di questo Comune è legata al Castello: uno dei più chiari esempi di architettura militare dell’XI secolo. All’interno delle mura il borgo conserva ancora intatta la suggestione delle vie, delle case e delle chiese. Scendendo nella Valle del Cesano si giunge a Pergola: territorio abitato da Umbri, Etruschi e Galli Senoni, fu dominazione romana posta al centro dei Municipi di Sentinum, Suasa Senonum e Forum Sempronii. Non lontano dalla consolare Flaminia, furono rinvenuti i famosissimi Bronzi Dorati da Cartoceto di Pergola, oggi conservati nel Museo dei Bronzi Dorati e della Città di Pergola, dove si trovano anche la Pinacoteca, una ricca collezione numismatica e una ricchissima sezione archeologica. Il centro storico è ricco di testimonianze architettoniche, con costruzioni in pietra, case-torri, portali a sesto acuto e bassorilievi, oltre a numerosi e notevoli edifici religiosi, a conferma dell’importanza che la città ha ricoperto nel tempo.
Proseguendo nel percorso di valle in direzione est, si incontra San Lorenzo in Campo: il centro storico conserva la pianta urbanistica originale con viuzze interne, archi di accesso e mura di cinta castellane con torrioni. Nella parte più elevata si ergeva la rocca, di cui rimangono pochi resti, sotto la quale si apre la caratteristica piazzetta “Padella”, dove si affaccia il Palazzo della Rovere, sede del Museo Archeologico del Territorio di Suasa.

Dopo una sosta per il pranzo si giunge a Corinaldo, termine dell’itinerario. Comune tra i Borghi più belli d’Italia, è un antico castello medievale difeso da possenti mura, fra le meglio conservate oggi nelle Marche, e uno straordinario esempio di architettura militare con le sue porte bastionate con torri, torrioni e guardiole, come la famosissima Torre dello Sperone. La Chiesa di Santa Maria del Piano, costruita tra il V e il VI secolo, è la più antica testimonianza architettonica della città. Fra i più pregevoli edifici sacri spiccano la barocca chiesa dell’Addolorata, che racchiude una cripta dedicata a Santa Maria Goretti , la Casa Natale ed il Santuario Diocesano di Santa Maria Goretti.

Prenota

Contattaci

Nome (*):

Email (*):

Verifica:
captcha

Messaggio (*):

* campi obbligatori

Iscriviti alla newsletter

Rimani informato sulle nostre iniziative tramite la nostra newsletter.

Iscriviti